Che cos’è il Parkinson? Cause, sintomi, diagnosi e cure

Affrontare la vita con il sorriso è di fondamentale importanza affinché si possa godere al meglio ogni momento, tuttavia vi sono certi momenti che risultano complicati da affrontare.

Tra le difficoltà a cui la vita ci sottopone vi sono le malattie, alcune tra queste possono creare alcuni fastidi, ad esempio il Parkinson.

Cos’è il Parkinson?

Capita spesso di affrontare difficoltà che inizialmente sembrino non facili da affrontare, ma con un giusto spirito d’iniziativa e un po’ di positività si può affrontare ogni problema.

Uno dei problemi che spesso porta le persone a preoccuparsi della loro condizione fisica è proprio il morbo di Parkinson.

Si tratta di una malattia degenerativa causata dal mancato o parziale funzionamento di alcune cellule nervose del cervello, nello specifico si parla di quelle che si occupano della produzione di dopamina.

La dopamina viene anche chiamata ”Ormone del benessere”, il più delle volte viene rilasciata quando vengono raggiunti importanti risultati o si è soggetti ad uno stato di felicità intenso.

È quindi evidente quanto possa essere importante il corretto rilascio di questa sostanza nel nostro cervello affinché si possa vivere una vita all’insegna delle emozioni positive.

Il Parkinson generalmente causa dei disturbi fisici che possono passare inosservati nel caso in cui si tratti di disturbi lievi, ma possono anche raggiungere un livello di fastidio ben più alto.

Lo sviluppo di questa malattia è dovuto a diversi fattori non modificabili come l’ereditarietà e la genetica, vi sono tuttavia anche alcuni fattori abituali che ne condizionano la comparsa.

 

 

morbo di Parkinson

 

Perché ci si ammala di Parkinson?

Il Parkinson viene studiato da centinaia di anni, purtroppo ad oggi non sono state rivelate tutte le cause della comparsa del morbo, però sono state individuati alcuni fattori di rischio.

In genere la malattia si sviluppa in soggetti di età media o avanzata, in particolar modo tra le persone anziane. Tuttavia vi sono dei casi in cui possa presentarsi anche in giovane età, pur essendo una percentuale molto bassa.

Il Parkinson è causato da numerosi fattori, tra questi l’ereditarietà e alcuni difetti di carattere genetico sono i principali protagonisti della comparsa della malattia.

Vi sono però alcune abitudini di carattere lavorativo ed alimentare che possono condizionare parecchio la comparsa del morbo.

Lo stretto contatto (di solito avviene all’interno dell’ambito lavorativo) con metalli come il rame, manganese, ferro, piombo e alluminio può incidere sullo sviluppo della malattia aumentando le possibilità di comparsa.

Tra gli altri fattori di rischio vi sono anche il contatto con pesticidi e sostanze tossiche utilizzate nell’ambito agricolo per allontanare parassiti.

Queste sostanze nocive rimangono presenti nel terreno, ma anche nei prodotti di esso, entrando in questo modo all’interno della catena alimentare.

Tutto ciò spiega quali siano le ragioni per cui il consumo di carne possa aumentare la probabilità di sviluppare il morbo.

Sviluppare il morbo di Parkinson generalmente non causa grossi problemi all’inizio, purtroppo si tratta di una malattia degenerativa e come tale tende a peggiorare con il passare del tempo.

 

Quali sono i sintomi del Parkinson?

Sono numerosi i problemi che possono suggerire lo sviluppo del morbo di Parkinson, qui di seguito vedremo alcuni dei sintomi Parkinson più frequenti.

Difficoltà nel parlare e nel mangiare sono sintomi molto frequenti quando lo stadio evolutivo della malattia ha raggiunto una fase avanzata.

Tali problemi sono dovuti al funzionamento errato dei muscoli faringei e alla rigidità di questi, causando problemi nel comunicare e nell’inghiottire gli alimenti.

Altri sintomi che possono suggerire la comparsa o lo sviluppo del morbo di Parkinson sono il disturbo del sonno o di varie funzione fisiologiche.
Andare in bagno ad urinare di frequente o la stitichezza possono essere alcuni campanelli d’allarme.

Infine vi sono sintomi molto evidenti come il tremolio, dovuto alla rigidità articolare, e una sensazione molto frequente di dolore muscolare.

Ognuno di questi problemi potrebbe creare preoccupazione, un sintomo molto pericoloso è la rigidità articolare poiché potrebbe rendere complicato svolgere azioni basilari come la camminata.

Per tale ragione è molto importante adoperare diete che siano capaci di alleviare i sintomi e rallentare il processo di degenerazione.

 

 

morbo di Parkinson

 

Rimedi naturali per il Parkinson

Poiché il Parkinson è una malattia neuro-degenerativa, causata dalla mancata produzione della dopamina, è importante intervenire su questi fattori attraverso l’alimentazione.

Le vitamine rappresentano un nutriente fondamentale per il nostro corpo, esse contribuiscono al corretto funzionamento di numerosi processi interni.

In particolar modo tra le vitamine più importanti vi sono quelle appartenenti al gruppo B, C e D.

Un buon apporto di questi micro-elementi permette di rinforzare le difese immunitarie e alleviare alcuni sintomi del morbo di Parkinson.

Inoltre, vi sono alcuni farmaci in grado di ridurre notevolmente i disturbi legati alla malattia permettendo di svolgere una vita normale.

 

Parkinson Cure farmacologiche  

Mettendo un attimo da parte i rimedi naturali legati all’alimentazione e ad una buona pratica sportiva, ove possibile, vi sono anche alcuni farmaci capaci di bloccare i sintomi.

Tuttavia è bene chiarire che tali medicinali non blocchino il processo di degenerazione e che quindi non curino la malattia, sono però molto utili per affrontare i problemi legati alla malattia.

Uno dei farmaci che ricopre un ruolo fondamentale nel contrastare i problemi legati al Parkinson è la levodopa, si tratta di un anticipatore della dopamina.

Il suo principio attivo ha la funzione di raggiungere il cervello e una volta arrivato cominciare il rilascio di dopamina, infatti è proprio la carenza di questo ormone che causa l’insorgenza del Parkinson.

Grazie ad un rilascio continuo di dopamina nel cervello, sarà possibile convivere con la malattia senza preoccuparsi troppo.

Purtroppo è doverose precisare che sono frequenti i casi in cui il farmaco abbia bisogno di dosaggi più elevati con il passare del tempo poiché inizia un processo di resistenza a tale principio attivo.

In ogni caso, prima di poter assumere la levodopa, è necessario rivolgersi al proprio medico curante così da accertare se questa possa essere effettivamente somministrata o se possa comportare alcuni rischi.

Ad oggi sono numerose le ricerche che tentano di trovare una cura definitiva al processo neuro-degenerativo a cui è legato il Parkinson, ciò ci permette di rimanere positivi e di augurarci che arrivi presto un rimedio.
Perciò ricordiamoci del nostro motto: Crederci sempre, arrendersi mai!

 

Associazioni Parkinson Italiane

abbiamo raccolto un elenco con le informazioni sulle principali Associazioni Parkinson Italiane. Le associazioni sono state suddivise per regione:

Lombardia

Parkinson Italia ONLUS
Via S. Vittore 16 – 20123 MILANO

https://www.parkinson-italia.it/

 

Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani
Via Mac Mahon, 109 – 20128 Milano
info@parkinsongiovani.com

https://www.parkinsongiovani.com/

 

Associazione AIP
Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson
via Zuretti 35 Milano 20125
02 66710423

https://www.parkinson.it/

 

Associazione Moov-It Onlus
Piazzale Antonio Baiamonti, 1 – 20154 Milano
393-9966916
info@moov-it.it
www.moov-it.it

 

Associazione Parkinson Pavese
Via Fratelli Cervi 11/F – 27100 Pavia
0382 578712
3517028322
parkinsonpavia@gmail.com
www.parkinsonpavia.it

 

Calabria

Associazione Ra.Gi. Onlus
Viale Magna Grecia, 75/21 – 88100 Catanzaro CZ
0961-060144
centrostudiragi@libero.it
www.associazioneragi.org

 

Campania

Moto Perpetuo
Via Luigi Guercio, 396 – 84135 Salerno SA
333-4803481; 337-797082
info.motoperpetuo@gmail.com
www.motoperpetuo.info

 

Parkinson Parthenope
Via Misericordiella, 30 – 80137 Napoli NA
328-9545154
parkinsonparthenope@gmail.com
www.parkinsonparthenope.it

 

Lazio

Associazione Parkinson Ciociaria
Via Ponte La pietra, 1 03043 Cassino (FR)
340-3645509
info@azioneparkinsonciociaria.com
www.azioneparkinsonciociaria.com

 

Parkinson Giovanile Roma Onlus
Via Palombarese, 378 00010 Fonte Nuova (RM)
340-2712816
infoparkinsongiovanileroma@gmail.com
www.parkinsongiovanile.it

 

Bradirapidi Parky Touch Rugby Onlus
Viale Tito Labieno, 68/F 00174 Roma
347-8161491
info@parkytouchrugby.com
www.parkytouchrugby.com

 

Parkinzone Onlus
Via Sesto Rufo, 42 – 00136 Roma RM
06-39729431
337-797082
parkinzoneonlusroma@gmail.com
www.parkinzone.it

 

Comitato Italiano Associazioni Parkinson
Via Brofferio 7 – 28925 Suna (VB)
339-2042872
info@comitatoparkinson.it
www.comitatoparkinson.it

 

Puglia

Associazione Parkinson Puglia Onlus
Via San Tommaso D’Aquino, 9/C – 70124 Bari
080-3216683
parkinsonpuglia@libero.it
www.parkinsonpuglia.com

 

Trentino Alto Adige

Associazione Parkinson Trento Onlus
Via Fratelli Bronzetti, 29 – 38122 Trento
0461-931943
parkinson.trento@gmail.com
www.parkin-trento.it

 

Veneto

Unione Parkinsoniani Verona
Via don Gaspare Bertoni, 4 – 37122 Verona VR
045-597351
upvr@libero.it; presidente@unioneparkinsonianiverona.it
www.unioneparkinsonianiverona.it

 

Associazione Parkinson Associati Mestre Venezia e provincia onlus
Via Brenta Vecchia, 41 30172 Mestre (VE)
348-9248317
info@parkinsonianiassociati.it
parkinsonianiassociati.it

 

Associazione Parkinson Rovigo e Amici Onlus
Via Luigi Boscolo, 18 – 45100 Rovigo
340-6110110
info@parkinsonrovigo.it
www.parkinsonrovigo.it

 

 

Mi piacerebbe tanto leggere un tuo COMMENTO…
Iscriviti alla Newsletter
a fondo pagina per restare sempre aggiornato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *