Eventi

Eventi disabili e manifestazioni per l’integrazione sociale

Essere disabile al giorno d’oggi per fortuna permette di vivere una vita quanto più normale. Questo perchè vengono organizzati sempre più eventi, manifestazioni, attività sportive ormai in ogni paese e non più solo nelle grandi città.

Partecipare a un concerto, iscriversi in palestra o in piscina, suonare uno strumento, coltivare un hobby o una passione sono possono davvero fare la differenza nella giornata di ognuno di noi. E perchè questo non deve essere possibile anche ad una persona che soffre di disabilità.

Certo può essere più difficile, anche nella semplice gestione pratica da parte della famiglia, ma fortunatamente molti problemi sono stati superati.

In tantissimi comuni sono infatti attivi i servizi di trasporto per persone con disabilità che accompagnano queste persone a svolgere le loro attività quotidiane, per cui possono praticare uno sport o seguire dei corsi.

 

Alcune importanti manifestazioni per disabili che permettono l’integrazione sociale

L’aspetto più importante che questi eventi e manifestazioni permettono è proprio l’integrazione sociale del disabile. Purtroppo la pandemia da Coronavirus ha reso difficoltosa anche l’organizzazione di queste attività, ma lentamente si sta tornando alla giusta normalità.

Vediamo alcuni esempi di eventi e manifestazioni che si sono tenute con grandissimo successo negli scorsi anni e che presto ricominceranno ad essere organizzati.

A Lignano Sabbiadoro in provincia di Udine vengono periodicamente organizzate delle uscite in barca a vela. Qui i ragazzi disabili potranno addirittura provare l’ebrezza di condurre l’imbarcazione. Al termine della gita, poi, merenda tutti insieme sulla spiaggia!

WheelChair GP: si tratta di un vero e proprio circuito itinerante che si sposta di volta in volta sulle piste e sui diversi autodromi sparsi nel nostro paese, come per esempio quello di Monza o di Novegro in provincia di Milano.

Si tratta di una serie di gare di velocità con le carrozzine elettriche divise nelle diverse fasce d’età, dagli adulti fino ai più piccini. I bambini sono quelli che più si divertono con i percorsi ad ostacoli e birilli che vengono organizzati per loro.

Un modo diverso dal solito per trascorrere del tempo insieme, rispettare le regole e mettersi in gioco sempre e comunque divertendosi.

I corsi di ballo e recitazione che vengono organizzati ormai nei teatri e nei circoli culturali della maggior parte delle città: ballare e recitare sono un modo per esprimere la nostra personalità e il nostro essere.

Troppo spesso, però, le persone disabili non hanno la possibilità di esprimere le loro emozioni, magari perchè nessuno è disposto o ha il tempo di ascoltarli. Attraverso queste arti, invece, anche i disabili possono fare un viaggio all’interno di loro stessi e, allo stesso tempo, comunicare ciò che sono e provano.

I corsi di cucina sono quelli che vanno più per la maggiore in questo periodo, anche sull’onda dei successi delle diverse trasmissioni televisive.

Cucinare è creatività e originalità ed è proprio su questi aspetti che giocano i cuochi insegnanti. Nella maggior parte dei casi, poi, le lezioni si concludono con un momento di ancora maggiore aggregazione perchè, giustamente, si deve assaggiare quello che è stato cucinato!

Quindi ci si mette a tavola tutti insieme per apprezzare i manicaretti preparati con tanta fatica.

 

L’importanza delle associazioni di volontariato sociale

Molte attività e manifestazioni possono essere organizzate solo grazie all’attività dei volontari delle diverse associazioni che si trovano nelle varie città.

Basti pensare, ad esempio, a SportABILI Onlus che cerca sempre di allestire eventi sportivi e ricreativi per adulti e bambini con disabilità. Il loro prossimo progetto è una gita sulle Dolomiti durante la quale ragazzi con disabilità fisiche e psichiche potranno passeggiare, sciare, fare rafting e pedalare lungo le piste ciclabili.

 

Vacanze tutti insieme!

Con l’avvicinarsi dell’estate, sempre più sono anche le associazioni che organizzano qualche giorno di vacanza al mare o in montagna, soprattutto per i ragazzi con disabilità.

Un modo divertente, ma anche molto istruttivo perché stimola l’autostima e il senso responsabilità, che permette loro di vivere le vacanze ‘come dei grandi’ lontani da mamma e papà.

XVII Convegno nazionale ASAMSI – 17 novembre 2018

Convegno nazionale ASAMSI

Sabato 17 novembre 2018, presso l’Hotel Cosmopolitan di Bologna si terrà il XVII Convegno nazionale ASAMSI dal titolo “SMA: tra nuove conquiste scientifiche e la certezza dei propri diritti”. Partecipa al XVII Convegno nazionale ASAMSI Il meeting rappresenta, come ogni anno, un fondamentale momento di incontro e informazione per tutte …

Leggi di più »

Palermo, l’aeroporto diventa teatro di un viaggio nel mondo della disabilità

Il 28 dicembre, dall’aeroporto di Palermo, parte un ‘viaggio’ molto particolare, organizzato dall’associazione ‘Sotto lo stesso sole’ in collaborazione con la Gesap, la società che si occupa della gestione dello scalo. Alle ore 16, infatti, dalla sala arrivi dell’infrastruttura, l’occhio verrà puntato sul mondo della disabilità attraverso l’evento denominato ‘Salto …

Leggi di più »