In arrivo Assegno unico per figli disabili, vediamo come funziona

Novità in vista anche per quelle famiglie italiane che hanno a carico figli disabili. A partire dal 1° luglio 2021, infatti, verrà concesso l’assegno unico, un’importante misura che rientra nel progetto Family Act, prevista dal Disegno di Legge approvato dal Senato e presentato a giugno del 2018, resa oggi operativa dalla Legge di Bilancio per il 2021.

Nello specifico, il beneficio viene concesso a quei nuclei familiari in cui è presente un figlio disabile fino a 21 anni di età. L’importo dell’assegno resta commisurato al reddito e viene concesso nel rispetto di determinati presupposti.

 

Figli disabili: arriva l’assegno unico 2021

Il totale dell’assegno unico è pari a 250 euro al mese. Questa è però solo la cifra media, perché bisogna sempre far riferimento al reddito del nucleo familiare. La condizione economica che sarà presa in considerazione è quella risultante dall’ISEE. Come precisato dal Governo la misura sarà disponibile fino a completo esaurimento delle risorse del Fondo.

Secondo le disposizioni normative l’assegno verrà erogato per un anno a tutte le famiglie con un figlio a carico minorenne. L’importo è pari a 240 euro e verrà corrisposto solo a partire dal settimo mese di gravidanza. Per i disabili maggiorenni, con età compresa fra 18 e 21 anni, è previsto invece un assegno pari a 80 euro al mese, sempre per un anno intero.

Il legislatore, tuttavia, si è anche interessato delle famiglie con a carico figli affetti da disabilità. In questo caso il beneficio concesso prevede un maggior importo. L’assegno, infatti, non dovrà essere minore al 30% e non maggiore del 50% per ogni figlio disabile. La cifra verrà comunque commisurata in base alla tipologia di disabilità.

Anche se il Senato ha concesso il benestare per gli assegni bisogna comunque aspettare l’emanazione dei decreti attuativi. Ancora, pertanto, non è possibile conoscere con precisione tutti i dettagli, oltre che il funzionamento, della manovra. Per adesso una cosa è certa. La domanda per l’assegno potrà essere avanzata da tutti i lavoratori, privati e pubblici. La platea dei beneficiari comprende anche i disoccupati.

 

Assegno unico per figli disabili

 

Requisiti per ottenere l’assegno unico

Come è facile intuire l’assegno unico non verrà concesso in maniera indistinta, ma sarà necessario rispettare alcuni requisiti. Nello specifico, i lavoratori o i disoccupati richiedenti dovranno dimostrare di essere cittadini italiani o comunque di uno Stato appartenente all’Unione Europea.

Anche i cittadini extra UE possono ottenere validamente l’assegno, ma a patto di essere in possesso del permesso di soggiorno per lunghi periodi, oltre che tenuti al pagamento delle imposte in Italia.

I soggetti extra EU dovranno soggiornare o risiedere sul territorio nazionale per tutta la durata del beneficio, aver avuto la residenza italiana per almeno un biennio ed essere titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato non inferiore due anni.

Situazione economica familiare e assegno unico

Bisogna considerare che l’importo dell’assegno unico non è mai fisso, ma ogni volta viene adeguato alla situazione economica del nucleo familiare, quindi all’ammontare del reddito effettivamente percepito. A questo proposito si terrà conto di ciò che risulta dall’ISEE.

In sede di determinazione dell’assegno unico verrà anche valutata l’età dei figli a carico affetti da disabilità, ma anche degli eventuali effetti di disincentivo all’attività lavorativa, con riferimento al secondo percettore di reddito del nucleo familiare.

Si precisa inoltre che esiste l’opportunità di ottenere il sussidio anche quando il figlio ha superato i 21 anni di età. In questo caso, tuttavia, occorre dimostrare che il beneficiario rimanga a carico della famiglia richiedente. Si precisa che l’assegno non è una misura incompatibile con il reddito di cittadinanza, con le misure che vengono corrisposte dalla Regioni e dalle province autonome di Trento e Bolzano. Sul punto è stato chiarito che l’assegno unico non è quindi incluso fra le prestazioni sociali agevolate.

Il Fondo assegno

Spetta alla legge 160 del 27 dicembre 2019 a stabilire le modalità per erogare l’assegno unico. Al momento l’ammontare del Fondo assegno unico è pari a 1244 milioni di euro, con decorrenza a partire dal 2022.

Il beneficio permette quindi si superare alcune agevolazioni che erano state concesse in passato, come ad esempio il premio per la nascita, l’assegno spettante alle famiglie con almeno tre figli minori a carico, il sostegno alla natalità e le detrazioni per i carichi di famiglia.

A partire dal 1° luglio 2021 le famiglie interessate potranno fare domanda online per accedere a questo incentivo, seguendo la procedura decritta sul portale dell’INPS.

La domanda dovrà essere inoltrata una sola volta per ciascun figlio, attraverso i seguenti canali:

  • portale web, utilizzando l’apposito servizio raggiungibile direttamente dalla home page del sito www.inps.it, se si è in possesso del codice PIN rilasciato dall’Istituto entro il 1° ottobre 2020, oppure di SPID di livello 2 o superiore o una Carta di identità elettronica 3.0 (CIE), o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Contact Center Integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
  • gli Istituti di patronato, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

La richiesta deve essere presentata per ciascun figlio accedendo al sito ufficiale dell’INPS, ma in questo caso bisogna essere in possesso delle credenziali rilasciate dall’istituto o dello SPID.

In alternativa è possibile chiedere il supporto gratuito dei patronati abilitati sparsi sul territorio nazionale. Chi presenta la domanda entro la fine di settembre 2021, potrà anche ottenere gli assegni arretrati.

 

Puoi trovare interessante leggere consultare le sezioni di Approfondimenti come Legge 104/92,  Come si calcola l’iva al 4% sugli ausili per disabiliAgevolazioni ausili tecnici e InformaticiDiritti & Agevolazioni per disabiliAusili per disabilisport per disabiliviaggi per disabilibiografie e Testimonianze… oppure le recensioni sugli ausili.

Mi piacerebbe tanto leggere un tuo COMMENTO…
Iscriviti alla Newsletter a fondo pagina per restare sempre aggiornato

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *