L’Italia torna a riabbracciarsi con la grande staffetta di Obiettivo Tricolore al grido di “Forza Alex…!”

Dal 4 al 25 luglio riparte il viaggio attraverso l’Italia, ideato lo scorso anno da Obiettivo3 e Alex Zanardi.

Una staffetta di 54 tappe in handbike, bicicletta e carrozzina olimpica che attraverserà lo Stivale dall’Alto Adige alla Sicilia e vedrà coinvolti 67 atleti paralimpici.
La manifestazione è stata presentata questa mattina alla stampa, nella sede del Comitato Italiano Paralimpico.

Lunedì 31 maggio 2021 – La Grande Staffetta ideata lo scorso anno da Alex Zanardi e ribattezzata Obiettivo Tricolore è pronta a ripartire per una nuova entusiasmante seconda edizione, che abbraccerà l’Italia dall’Alto Adige alla Sicilia dal 4 al 25 luglio, e vedrà passare di mano in mano il testimone a 67 atleti paralimpici di Obiettivo3 che la percorreranno in handbike, bicicletta e carrozzina olimpica.

Anche quest’anno, la staffetta avrà 3 differenti partenze: la prima a partire sarà la staffetta rossa domenica 4 luglio da La Villa, in Alto Adige, in concomitanza con la Maratona dles Dolomites – Enel. Il giorno seguente, lunedì 5 luglio, scatterà la staffetta bianca da Lecco, mentre martedì 6 sarà il turno di quella verde da Verrès in Val d’Aosta.

I tre percorsi si uniranno domenica 11 luglio a Bologna, città natale di Zanardi, per poi proseguire in un unico grande serpentone che sbarcherà in Sicilia, con l’arrivo previsto a Catania per domenica 25 luglio. In totale saranno tre settimane di viaggio, lungo 54 tappe che toccheranno 18 regioni, compresa la Sardegna. Anche da Cagliari, infatti, si imbarcherà un atleta che raggiungerà la carovana a Civitavecchia. Obiettivo Tricolore ha anche avviato una raccolta fondi attraverso la piattaforma Rete del Dono.

La manifestazione è stata presentata questa mattina alla stampa, nella Sala Giunta del Comitato Italiano Paralimpico.

Dopo aver fatto gli onori di casa e aver sottolineato l’importante lavoro di promozione dello sport paralimpico che Obiettivo3 porta avanti dalla sua nascita, il presidente Luca Pancalli si è soffermato sulla metafora del passaggio di testimone: “Il senso di questa grande staffetta si evince proprio nel passaggio di mano in mano del testimone di una grande comunità, una squadra che condivide un percorso comune di vita, speranza e sacrifici. I miei complimenti a Obiettivo Tricolore, per una seconda edizione di grande successo”

Il progetto è stato illustrato nel dettaglio da Barbara Manni, Marketing and Communication manager di Obiettivo3 e dal Team Manager Pierino Dainese.

“Abbiamo una missione – ha raccontato Barbara Manni – far crescere e portare avanti il progetto voluto da Alex! La seconda edizione di questa grande staffetta assume quest’anno per noi un significato ancora più profondo, quello cioè di resistere e crescere. Quanto accaduto ad Alex non poteva e non doveva spegnere il percorso fatto fino a quel momento. Anzi, abbiamo cercato di farlo crescere ancora di più, arricchendolo con nuove iniziative e azioni ancora più forti, abbiamo cercato nuove collaborazioni, facendo rete con federazioni, associazioni, enti e abbiamo raccolto il sostegno di amministrazioni, aziende e media partner sensibili, per poter realizzare una nuova entusiasmante edizione di questa staffetta. Siamo felici di condividere il progetto con la Maratona delle Dolomiti e far coincidere la nostra partenza con la loro importante manifestazione. Sono certa che sapremo di nuovo emozionare l’Italia”.

 

Torna la grande staffetta di Obiettivo Tricolore

 

“Obiettivo di questa seconda edizione è quello di aumentare il lavoro di promozione dello sport paralimpico che faremo sul territorio nei villaggi, grazie anche alle nuove collaborazioni con Fitarco e Fitri e alla partenza a Verrès in Val d’Aosta dove ci accoglieranno gli studenti disabili dell’iniziativa ‘Bici Diverse’ – ha raccontato Pierino Dainese.

Lungo il percorso, saranno infatti organizzati diversi piccoli eventi che faranno da corollario alla manifestazione, mentre le città di Parma, Jesolo, Bologna, Roma, Taranto e Catania ospiteranno un vero e proprio Villaggio Sportivo, nei quali gli atleti e lo staff di Obiettivo3 faranno conoscere il progetto, offrendo momenti di approfondimento su sport e cultura paralimpica, con la possibilità di provare le discipline e candidarsi a far parte di Obiettivo3, il progetto sportivo di reclutamento e sostegno di atleti disabili, fondato sempre da Zanardi nel 2017.

“Quest’anno abbiamo valutato le tappe a seconda delle capacità degli atleti – ha poi proseguito Dainese – ma passeremo per i templi del ciclismo come la ‘Madonna del Ghisallo’, affronteremo dure salite di montagna in Alto Adige e Trentino, passeremo per importanti centri riabilitativi come Budrio e Montecatone e poi, alle ore 11 del giorno 11 luglio, le tre staffette si uniranno a Bologna per poi proseguire verso il centro e sud Italia”.

Il 18 luglio, nella frazione Rovere – Lanciano, gli staffettisti saranno “scortati” dagli azzurri della nazionale di paraciclismo in raduno proprio a Rovere (AQ). A tal proposito, è intervenuto in conferenza il ct della nazionale di paraciclismo Mario Valentini: “Questa staffetta è un grandissimo messaggio di promozione dello sport paralimpico e Zanardi ne sarebbe davvero orgoglioso”.

La Grande Staffetta è stata poi raccontata e rivissuta con grande emozione da Diego Gastaldi, Tiziano Monti e Laura Roccasalva, i tre atleti di Obiettivo3 intervenuti in rappresentanza dei 67 protagonisti, che hanno sottolineato come il senso di questo progetto sia racchiuso negli insegnamenti di Alex. “Ci ha insegnato a scegliere sempre la vita e a non mollare mai” – ha commento Laura Roccasalva. “Ci ha insegnato a trasformare la nostra disabilità in abilità” – ha aggiunto Tiziano Monti. Per Diego Gastaldi “Alex è stata la scintilla e noi siamo il fuoco che deve continuare a bruciare, perché siamo un esempio per molti ragazzi in difficoltà” .

In collegamento web è intervenuta anche Barbara Cassinelli, Head of Marketing Communication, Business Event & Strategic Sponsorship di UniCredit, main sponsor dell’evento: “Abbiamo creduto nel progetto fin dal principio e siamo onorati di sostenerlo anche in questo secondo anno. Il passaggio del testimone, uno dei momenti chiave della staffetta, è il simbolo di un grande lavoro di squadra che rappresenta l’adesione di UniCredit ai valori di cooperazione e inclusione che contribuiscono allo sviluppo di una società più equa e inclusiva attraverso la promozione di iniziative ad impatto sociale positivo, che noi col programma UniCredit per l’Italia, vogliamo supportare”.

Sempre in collegamento esterno sono intervenuti anche il dottor Giammaria Manghi, capo di gabinetto della Presidenza della Regione Emilia Romagna e l’atleta paralimpica e deputata della Repubblica Italiana Giusy Versace, testimonial e madrina della staffetta.

“Abbiamo deciso di sposare questo progetto perché la Regione Emilia Romagna condivide appieno lo spirito e i valori di inclusione e accoglienza dello sport paralimpico e la capacità che questa staffetta avrà dii promuovere il territorio e le bellezze dell’Italia” – queste le parole del dottor Manghi.

“Sono orgogliosa di far parte di questa splendida iniziativa, ideata dall’amico Alex Zanardi – ha spiegato la Versace – Quest’anno sarò presente con la onlus da me fondata 10 anni fa, la Disabili No Limits, in quattro tappe, nelle quali coinvolgerò numerose federazioni sportive e associazioni locali per far conoscere e sperimentare alcune discipline paralimpiche e far provare nuove tecnologie per le protesi e molto altro”.

Molto nutrito è, infatti, quest’anno il gruppo di testimonial che hanno accettato l’invito ad unirsi alla staffetta. Oltre alla Versace, si uniranno alla staffetta, pedalando accanto agli atleti paralimpici alcuni campioni come Simone Moro, Daniele Bennati, Vittorio Podestà e il mondo Enervit con Federico Pellegrino, Greta Laurent, Daniel Fontana, Stefano Baldini, Davide Cassani e poi ancora l’attore e comico Paolo Kessisoglu.

La staffetta sarà seguita anche da Sky Sport che manderà in onda, a cadenza settimanale, una serie di speciali dedicati al viaggio di Obiettivo Tricolore.

I 67 partecipanti

Katia Aere, Vincenzo Amata, Marta Antoniucci, Annalisa Baraldo, Diego Bazzani, Giorgia Bonetti, Pier Alberto Buccoliero, Alessandro Busana, Guglielmo Capolino, Francesca Caruso, Fabrizio Caselli, Samuele Castiglioni, Francesco Chiappero, Ryan Cioccari, Davide Cortini, Fabio Colombo, Alessandro Cresti, Cristian Cucco, Pierino Dainese, Michela Dal Bianco, Pier Luigi Bonafin, Francesco Demaio, Alessandro D’Onofrio, Samanta De Montis, Francesco Fabbro, Enrico Fabianelli, Paolo Ferrali, Gioacchino Fittipaldi, Veronica Frosi, Diego Gastaldi, Flavio Gaudiello, Paola Giambellini, Davide Giusti, Michele Grieco, Alex Labindi, Pierluigi Maggio, Ilario Masini, Eleonora Mele, Andrea Meschiari, Federico Mestroni, Cristian Miloni, Tiziano Monti, Sebastiano Nardin, Lucia Nobis, Cristina Nuti, Leonardo Percoco, Adamo Peschi, Mauro Preziosa, Lorenzo Privitera, Antonello Pizzi, Francesco Pizzo, Andrea Quarta, Alessia Refolo, Laura Roccasalva, Giulia Ruffato, Stefano Saccomanni, Massimo Salmaso, Gabriele Scalise, Erika Scrivo, Fabio Serraiocco, Francesca Tagliaferri, Fabio Triboli, Thomas Trentin, Alessandro Velata, Silvana Vinci, Ana Vitelaru, Fabio Zotta.

La “Grande Staffetta” è anche un docu-film prodotto da FilmArt, la casa di produzione di Barbara Manni (cognata di Zanardi), con la regia di Francesco Mansutti e Vinicio Stefanello, che verrà distribuito da Adler Entertainment in 100 sale cinematografiche il 28-29-30 giugno.

Obiettivo Tricolore è reso possibile grazie alla collaborazione di Unicredit, in qualità di Main Sponsor, e di importanti aziende che hanno deciso di supportare l’iniziativa.

Sponsor: Rio Mare, Bodega G&C Spa, Pfa Spa, Airoldi Metalli, Castelli, Consorzio Tutela Grana Padano, Del Colle, Allianz Partners.
Official sparkling partner: Consorzio di Tutela del Prosecco DOC. Parter tecnici: Enervit, Kask, Koo, Ciacci Piccolomini d’Aragona, Garmin, Cetilar, Emporio Armani.
Official mobility partner: Bmw Italia.
In onda su: Sky Sport e Radio Deejay. Con il sostegno di: Fondazione Vodafone Italia, Fondazione Amplifon.

Con il contributo di: Regione Veneto, Regione Emilia Romagna, Comune di Padova, Inail.

In collaborazione con: Maratona dles Dolomites – Enel, Disabili No Limits, FITArco e FITRI.
Con il patrocinio di: Comitato Paralimpico Italiano, Federciclismo, Amnil, Regione Veneto, Regione Emilia Romagna, Comune di Padova, Comune di Bologna e Comune di Lecco.

In allegato, una foto della conferenza stampa e un momento della staffetta 2020.

Manuela Merlo – Stefano Volpe
Ufficio Stampa
Obiettivo Tricolore
www.obiettivo3.com

Puoi trovare interessante leggere: Sport per disabili

 

 

Controlla anche

Alex Zanardi monumentale: 8h25'30" record mondiale nell’Ironman

Alex Zanardi monumentale: 8h25’30” record mondiale nell’Ironman 2019

Pazzesca impresa del 52enne Alex Zanardi pluricampione paralimpico nell’Ironman Italy Emilia-Romagna, un anno dopo il …

Quattro esse

Dolomiti per tutti grazie al progetto “Quattro esse: sfreccio, scivolo, salgo, sorrido”

Abbiamo già parlato in passato dell’associazione SportABILI Onlus di Predazzo, una ONLUS che compie 20 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *