Maestro Ezio Bosso a Sanremo acclamato dal boato del Pubblico

Ezio Bosso il pianista che sognava di suonare a Sanremo, è uscito tra il boato del pubblico, dopo aver commosso tutti con le sue parole e la magica musica.

«La musica è la nostra vera terapia». Standing ovation e molte lacrime hanno accolto le parole e la musica del pianista e direttore d’orchestra Ezio Bosso (Biografia).Ezio Bosso

Il Maestro affetto da SLA Sclerosi Laterale Amiotrofica. La sclerosi laterale amiotrofica è una rara malattia neurodegenerativa che colpisce i motoneuroni, cellule cerebrali responsabili del controllo dei movimenti, e che porta alla progressiva paralisi della muscolatura volontaria.

«La musica siamo noi – ha detto Bosso sorridendo – la musica è come la vita si può fare in un solo modo, insieme».

La tenacia e il carisma di Bosso porteranno forse un rinnovato interesse verso la SLA che speriamo si traduca in un incremento della ricerca scientifica e dell’assistenza ai pazienti.

Ma chi è Ezio Bosso?

Un artista più conosciuto all’estero che in Italia. Ha diretto, tra le altre orchestre: London Symphony, London Strings, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Filarmonica ‘900 e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Ha vinto premi importanti come il Green Room Award in Australia, il Syracuse NY Award in America, la sua musica viene richiesta nella danza dai più importanti coreografi, registi e nel cinema con registi come Gabriele Salvatores.

Ha Pubblicato il suo Primo CD: The 12th Room

 

Ezio Bosso, La sua musica, la sua forza continuerà ad accompagnare la nostra vita…

 

 


 

Puoi trovare interessante leggere: Ezio Bosso la storia di un grande maestro, Ciao Ezio Bosso, ci ha lasciati all’età di 48 anni.

oppure Testimonianze ed EsperienzeAlex ZanardiBeatrice VioNadia Toffa, Nicholas James VujicicIacopo MelioMassimiliano SechiSofia RighettiBenedetta De LucaNicole Orlando, Veronica Yoko PlebaniEsther VergeerMadeline StuartAndrea BocelliRay Charles 

Entra nel Gruppo Facebook Disabilinews.com


Mi piacerebbe tanto leggere un tuo COMMENTO…
Iscriviti alla Newsletter per restare sempre aggiornato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *