Arrampicata sportiva per disabili

L’arrampicata sportiva per disabili è un attività sportiva in cui, i soggetti con disabilità fisica, sensoriale o affetti da problematiche di ordine psichico, si confrontano con le pareti rocciose.

Spesso sono alpinisti che a seguito di un incidente hanno subito danni fisici permanenti ed  hanno deciso di continuare a scalare, altre volte invece sono disabili che hanno scoperto il mondo verticale grazie alla passione degli amici.

 

Arrampicata sportiva per disabili

Grazie al diffondersi delle pareti artificiali per l’arrampicata, è stato possibile avvicinare a questo sport soggetti per i quali l’ambiente naturale con i suoi ostacoli avrebbe opposto difficoltà insormontabili, fornendo un attività educativa, rieducativa e terapeutica.

E’ da almeno una decina d’anni ormai che il numero di atleti impegnati nel Paraclimbing cresce in tutto il mondo, tanto che alcune Federazioni Nazionali, in particolare Italia, Russia, Giappone, Spagna hanno costituito strutture dedicate.

 

Equipaggiamento per l’arrampicata sportiva

L’arrampicata è uno sport dove le norme di sicurezza sono indispensabili e dove l’attrezzatura non può essere facoltativa.

Il kit essenziale per l’arrampicata Indoor è composto da:

  • corda
  • scarpette
  • imbragatura
  • freno per l’assicurazione del moschettone
  • rinvii
  • porta magnesite

 

Corda

Per i principianti è meglio evitare corde troppo sottili, , una corda con diametro 9,8 mm e lunga 70 metri è perfetta per chi muove i primi passi in questo sport.

Scarpette

La caratteristica fondamentale è che siano ben avvolgenti ed aderenti al piede ma senza per questo fare male, evitate scarpe troppo tecniche all’inizio prediligendo la comodità.

Imbragatura

L’imbragatura è ciò che permette di fissare la corda al corpo, è fondamentale quindi che sia della taglia giusta e leggera.

Freno per l’assicurazione del moschettone

Esistono i freni autobloccanti che bloccano meccanicamente la corda a seguito di una trazione del compagno e quelli non-autobloccanti che necessitano dell’azione pronta e rapida dell’assicuratore; consigliamo gli autobloccanti per i principianti.

Rinvii

I rinvii servono a collegare la corda ad una protezione fissa, sono composti da una coppia di moschettoni tenuti insieme da una fettuccia; in un kit principiante ne servono almeno una dozzina.

Porta magnesite

Si tratta di un comodo sacchetto da posizionare agganciato dietro l’imbragatura che conterrà la magnesite, elemento che aiuta a tenere le mani asciutte durante l’arrampicata così da non perdere la presa.

 

Le Specialità dell’arrampicata Sportiva per disabili

  • Lead: è la classica salita con la corda dal basso, dal basso su pareti lunghe tra 15 e 25 metri; l’obiettivo è raggiungere il punto più alto possibile del tracciato. Nelle gare, la classifica viene determinata dall’ultima “presa” raggiunta.
  • Speed: è la specialità dove conta il tempo di salita su una parete di 10 o 15 metri, seguendo un tracciato convalidato dalla Federazione Internazionale e dunque identico in tutte le gare del mondo.

 

Competizioni arrampicata paraclimb

  • Campionati Regionali/Italiani/Mondiali  Lead Paraclimb
  • Campionati Regionali/Italiani/Mondiali  Speed Paraclimb
  • Campionati Regionali/Italiani/Mondiali  SpecialClimb

 

Atleti convocati a rappresentare la Nazionale nel 2017

  • Simone Salvagnin
  • Giulio Cevenini
  • Martina Pellandra
  • Matteo Stefani
  • Fabrizio Celentano
  • Gianmatteo Ramini
  • Major Lorenzo
  • Delnevo Eleonora
  • Gabriele Scorsolini
  • Alessandra Mammi
  • Omar Al Khatib
  • Michele Maggioni

 

I vantaggi per l’atleta

L’Arrampicata sportiva per disabili o Paraclimb è una fonte di benessere fisico ed emotivo; motivo di sfida con i propri limiti, uno sport che non solo insegna la competizione verso se stessi ma anche e soprattutto sviluppa l’inclusione sociale in un processo educativo e riabilitativo; un potente mezzo di recupero, sviluppo ed integrazione dei disabili.

 

Video arrampicata per disabili

 

Associazioni 

F.A.S.I.  Federazione Arrampicata Sportiva Italiana, è l’organo a cui rivolgersi per ogni informazione riguardante questo sport, dove trovare la direzione sportiva e le linee guida per le squadre Nazionali.

IFSC International Federation of Sport Climbing, sito ufficiale della Federazione Imternazionale, dove trovare Calendari eventi internazionali, risulatati passati, rankings, foto, video e molto altro.

Dove praticare l’arrampicata sportiva per disabili

Chi desiderasse provare l’arrampicata sportiva outdoor può farlo in Val di Fiemme, nel Trentino, dove l’Associazione Sportabili offre la possibilità di mettersi alla prova su una vera parete verticale.

Un esperienza perfetta per non vederti e disabili mentali, in totale sicurezza e che avvicina al mondo della montagna; per maggiori informazioni potete consultare l’articolo sul portale DisabiliNews.

 

Libri

  • compra su AmazonArrampicare senza frontiere. –  Link Amazon
  • L’attività fisica adattata per disabili. –  Link Amazon
  • In sù e in sè, alpinismo e psicologia –  Link Amazon
  • Free Climbing, l’arrampicata sportiva –  Link Amazon

 

 

Alcuni prodotti per l’arrampicata sportiva

News dal mondo dello sport per disabili

Sea4All: le uscite in mare per tutti continuano incessanti a Lignano S.

Sea4All a Lignano Sabbiadoro UD: a bordo di Càpita un fine settimana inclusivo spettacolare di mare e vela Sabato e domenica 8-9 maggio soleggiati a bordo di Càpita, il daysailer accessibile, per veleggiate spettacolari per tutti con la tipica brezza termica del periodo che, a Lignano Sabbiadoro, regala emozioni uniche per affinare la conduzione a …

Beatrice Vio Storia e Biografia di un’atleta con il coraggio di lottare

Beatrice Vio è nata a Venezia il 4 Marzo del 1997, schermidrice, campionessa mondiale e paralimpica in carica nel fioretto individuale. Chiamata da tutti “Bebe”, Beatrice Vio è una delle atlete paralimpiche italiane più note ed influenti: pratica la scherma in carrozzina dall’età di 5 anni e dal 2011 ha vinto tutti i più importanti …

Manuel Bortuzzo storia del nuotatore in carrozzina, dopo la tragica sparatoria

Chi è Manuel Bortuzzo? raccontiamo la biografica di Manuel Bortuzzo nasce a Trieste, il 3 maggio 1999 ma fin da giovane ha vissuto a Roma per poter inseguire il sogno: diventare un campione di nuoto. Il suo obiettivo principale è sempre stato quello di poter partecipare e magari ottenere qualche medaglia alle Olimpiadi di Parigi …

Un commento

  1. Elena Paracchini

    Bellissima idea l’arrampicata per disabili.Sono un’insegnante psicomotricista e lavoro con due alunni con sindromi molto gravi. Per il prossimo anno sto stilando un progetto sull’arrampicata .
    Sarei interessata a partecipare a convegni o eventuali dibattiti su questo tema
    Grazie
    Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *