Judo per disabili

DISCIPLINA PARALIMPICA

 

Il judo per disabili è l’unica arte marziale presente ai giochi olimpici paralimpici; è uno sport particolarmente indicato ad atleti non vedenti ed ipovedenti, in quanto i numerosi contatti fisici in questa disciplina consentono agli atleti di avere un elevato controllo dell’avversario.

Regolamentato dalla International Judo Federation, condivide il regolamento con il judo tradizionale, fatta eccezione per alcune piccole modifiche. La gestione di questa disciplina è gestita a livello mondiale dalla IBSA International Blind Sports Federation ed in Italia dalla FISDIR FederazioneItaliana Sport PAralimpici Intellettivi Relazionali.

 

judo per disabili

 

Atleti ammessi 

La disciplina del judo per disabili è rivolto a non vedenti di categoria B1, B2 e B3 che gareggiano insieme ma suddivisi in sette diverse categorie di peso. Non è quindi prevista alcuna suddivisione degli atleti in base all’età.

Il tatami prevede alcune segnalazioni tattili per aiutare gli atleti nell’orientamento, così da permettere di sentirsi più sicuri nei movimenti ed esplorare lo spazio, con la sensazione di vuoto nel cadere senza farsi male.

Categorie di peso di Judo per disabili

UOMINI  

  1. fino a 55kg
  2. 55 -60kg
  3. 60-66kg
  4. 66-73kg
  5. 73-81kg
  6. 81-90kg
  7. 90-100kg
  8. oltre i 100kg

 

DONNE

  1. fino a 48kg
  2. 48-52kg
  3. 52-57kg
  4. 57-63kg
  5. 63-70kg
  6. 70-78kg
  7. oltre i  78kg

 

Regolamento Tecnico di Judo per disabili

Nelle gare agonistiche viene applicato il regolamento FIJLKAM  Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali, ma adattato, quindi:

  • la durata dei combattimenti è di 3 minuti
  • è proibito ude-kansetsu-waza (tecniche di leva articolata del braccio)
  • è proibito shime-waza (strangolamento)

 

Benefici del Judo per disabili

Quest’arte marziale per disabili è uno dei pochi sport di competizione ai quali gli atleti non vedenti o ipovedenti possono partecipare senza ausili particolari e senza che siano indispensabili accompagnatori-guide.

L’atleta è fin da subito portato ad essere autonomo, spostandosi sul tatami in modo autosufficiente, esplorando così l’ambiente circostante ed acquisendo fiducia.

 

Competizioni Judo per disabili

  • Campionati provinciali/regionali assoluti
  • Campionati Italiani Assoluti
  • Campionati Europei
  • Campionati del Mondo
  • Giochi Paralimpici

 

Medagliere Italia Giochi Paralimpici

La nazionale italiana ha conquistato solo 4 medaglie in tutta la carriera paralimpica, un argento (Walter Monti, Seul 1988) e tre bronzi.

 

Convocati 2017 Nazionale Italiana Judo Paralimpico

  • Giordano Asia 52kg
  • Arancio Febo Valerio 60kg
  • Cannizzaro Simone 73kg
  • Teodori Valerio 90kg

 

Libri

  • Il piccolo grande libro del judo-Unilibro
  • Judo tecnico-Di Pierro
  • Fondamenti del judo-Jigoro Kano

 

L’organo competente per questa disciplina è la International Judo Federation IJF dove seguendo il link potrete trovare informazioni curiosità e dettagli approfonditi.

Giorgia, ginnasta che gareggia con una sola gamba

Giorgia inizia a praticare la ginnastica ritmica quando ha solo 5 anni, innamorandosi follemente di questa disciplina sportiva, tanto da riempire di ruote e spaccate non solo le ore trascorse in palestra ma anche quelle passate a casa. Quattro anni fa, però, la piccola comincia ad accusare un intermittente dolore alla gamba destra, che preoccupa la …

Alex Zanardi in gloria a Brands Hatch: “Stavolta sono stato fantastico, me lo dico da solo”

Non è venuto per gareggiare, a Londra. Non è nel suo dna, da uomo che coglie tutte le sfide, domina le situazioni, calcola e pondera, ma poi stacca tutto il gruppo e arriva in volata quando si tratta di vincere. Storia di un uomo che è nato campione, ma ha sogni semplici, comuni a tutti …

Il Sogno di Alex Zanardi prende forma: Ecco La Z-Bike

Nell’ambito dell’evento Obiettivo Tricolore è stato presentato alle Tre Fontane di Roma un innovativo modello di handbike sviluppato dalla Dallara Automobili su spinta del campione bolognese. Roma, 16 luglio 2021 – Uno dei grandi sogni di Alex Zanardi si è concretizzato. È stato presentato oggi, venerdì 16 luglio, agli impianti sportivi delle Tre Fontane a …

Hockey in carrozzina con Disabiliabili, Dream Team e Turtles

L’azienda Disabiliabili, leader nella produzione di carrozzine elettroniche, annuncia con piacere la sua nuova partnership attivata con le squadre di hockey in carrozzina “Dream Team H.C.” e “Turtles” di Milano. L’obiettivo dell’azienda non è solo sostenere le  squadre materialmente ma anche far conoscere questo sport. Per tutti quei ragazzi e bambini in carrozzina, l’hockey rappresenta …

Un commento

  1. renzo giulio faccioli

    Nina (Gelsomina) non vede…..

    Piccola Nina, dove ti trovi ora, scalza, bene non sai.
    Piccola Nina, grandi le trecce e piedi sul tatami.
    Bianco il tuo judogi, bianca la cintura, scherzi coi compagni
    Nel Dojo corri, strisci e rotoli, di tutti il contatto.
    Muoviti e l’energia insegui, sentila, sarà ben fatto.
    Ma Nina non vede… difficile imparare, capire, ripetere la tecnica da imitare.
    Nel Judo gioca, divertiti, lo spazio tuo comprendi, e ……sarà come danzare.
    Sorride il maestro: “Bene la tecnica, ma senti, segui l’energia”
    Accoglila, prendila, aggiungi la forza tua e mandala via.
    Getta avanti il cuore, la mente seguirà.
    Ed il corpo tuo poi, semplicemente comprenderà.
    Nina ti accorgi? Agli altri avanti un passo stai.
    Nina ora lo sai, proprio per quel che non hai.
    ——————————-
    Piccola Nina sei diventata grande, più corti i tuoi capelli, piedi sul tatami.
    Bianco il tuo judogi, nera la cintura, tocchi il cielo e gioia sei, dopo gli esami.
    Commosso il tuo maestro, ti stringe forte uke, ma ti viene un groppo in gola pensando al tuo domani.

    La “Nera” un bel traguardo! O solo il grande inizio. Sudore, impegno e studio, filosofia del Judo, della vita lo specchio da tenere nelle mani.
    Nina non ti preoccupare.
    Sai già ora come fare.
    Getta avanti il cuore, la mente seguirà.
    Ed il corpo tuo, prima o poi, semplicemente comprenderà.
    Nina ti accorgi? Agli altri avanti un passo stai.
    Nina ora lo sai, proprio per quel che non hai.

    13/08/2020

    Autore e judoka
    Renzo Giulio Faccioli
    ASD JudoKarate SOMMAVILLA (Sommacampagna VR)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *