Biathlon paralimpico, uno sci per disabili

Il biathlon è uno sport invernale dove si praticano nella stessa gara lo sci di fondo e sessioni di tiro a segno con carabina.

Il Biathlon paralimpico è stato inserito nei Giochi Paralimpici della stagione invernale a partire dai VI Giochi invernali di Lillehammer 1994.

Chi può praticare il biathlon per disabili?

  • persone colpite da cecità
  • persone colpite da ipovisione
  • persone con mobilità ridotta: con disabilità a braccia e/o gambe che però possono sciare in piedi
  • atleti che per il proprio tipo di disabilità possono stare solo seduti

biathlon come sci per disabili

 

Biathlon paralimpico

L’attività agonistica internazionale è organizzata dall’International Paralympic Nordic Skiing Committee (IPNSC), il comitato paralimpico internazionale per lo sci nordico, che si occupa anche della sezione paralimpica, mentre in Italia, l’attività agonistica è organizzata dal Dipartimento Sport Invernali del Comitato Italiano Paralimpico (CIP).

I biatleti vengono divisi in categorie in base al tipo e al grado di disabilità come nello sci alpino paralimpico, seguendo la classificazione utilizzata dall’International Paralympic Committee (IPC), il Comitato Paralimpico Internazionale.

Suddivisione delle categorie nel Biathlon paralimpico

SEDUTI – SITTING nel biathlon paralimpico

Nel gruppo “seduti” sono compresi gli atleti disabili che non sono in grado di reggersi su due sci. Per sciare ognuno di questi utilizza uno slittino chiamato anche sit-ski, costituito da un sedile montato su due sci da fondo.

Categorie Sci biathlon seduti per disabili

  • LW10 disabilità agli arti inferiori senza equilibrio funzionale da seduti
  • LW10,5 disabilità agli arti inferiori con minimo equilibrio funzionale da seduti
  • LW11 disabilità agli arti inferiori con discreto equilibrio funzionale da seduti
  • LW11,5 disabilità agli arti inferiori con più che discreto equilibrio funzionale da seduti
  • LW12 disabilità agli arti inferiori con buon equilibrio funzionale da seduti

atleti seduti (siting) nello sci per disabili biathlon

DISABILI VISIVI – VISUALLY IMPAIRED nel biathlon paralimpico

I disabili visivi utilizzano la normale attrezzatura da sci di fondo e gareggiano accompagnati sulla pista da maestri di sci specializzati, come nello sci alpino per disabili e nello sci di fondo per disabili.

Al poligono usano un fucile ad aria compressa dotato di un sistema elettro-acustico che emette toni sempre più alti a mano a mano che il mirino si avvicina al centro del bersaglio. Il biatleta può così regolare il puntamento in base ai suoni che sente.

Il diametro dei bersagli è più ampio (30 mm) rispetto a quelli usati per le altre categorie (20 mm).

Sci biathlon disabili visivi

  • B1 ciechi totali
  • B2 ipovedenti gravi
  • B3 ipovedenti lievi

biathlon, uno sci per disabili visivi

IN PIEDI – STANDING nel biathlon paralimpico

Nel gruppo “in piedi” sono compresi gli sciatori con disabilità fisiche che sono comunque in grado di utilizzare due sci, anche con l’uso di protesi.

Le persone con disabilità agli arti superiori sciano senza bastoncini, o con un bastoncino solo; al poligono, dopo aver posizionato il fucile con il braccio superstite o con i movimenti delle spalle, danno l’ordine di sparare ad un allenatore, che preme il grilletto.

Categorie Sci biathlon in piedi per disabili

  • LW2 amputazione sopra al ginocchio o disabilità equivalente
  • LW3 disabilità ad entrambi gli arti inferiori
  • LW4 amputazione sotto al ginocchio o disabilità equivalente
  • LW5/7 sciatori senza bastoncini
  • LW6 amputazione sopra al gomito o disabilità equivalente
  • LW8 amputazione sotto al gomito o disabilità equivalente
  • LW9 altre disabilità agli arti

biathlon in piedi, sci per disabili

Medagliere Biathlon paralimpico

L’Italia ad oggi non ha mai conquistato medaglie in questa disciplina che resta specialità dei paesi scandinavi, veri dominatori tra campionati del mondo ed Olimpiadi.

Seguono a ruota Russia e Germania.

Durante l’edizione dei Giochi Paralimpici Invernali di Sochi 2014, l’Italia ha comunque ottenuto discreti risultati seppur non portando a casa riconoscimenti.

  • Pamela Novaglio ha totalizzato tre decime posizioni (6km, 10km e 12.5km standing);
  • Enzo Masiello ha ottenuto la quattordicesima posizione nella categoria 12.5km sitting.

Prodotti utili per praticare lo Sci

Modelli di ausili e carrozzine per lo sci

Alcune news sullo sport per disabili

Vela: a Lignano Sabbiadoro i team inclusivi partecipano al Campionato Autunnale

A Lignano Sabbiadoro è in programma dal 13 novembre al 4 dicembre il Campionato Autunnale giunto alla 32^edizione, serie di regate che richiamano blasonati team e mezzi da tutto l’Adriatico e dall’estero con formula di partecipazione ORC Int.l, a compenso, e Diporto. Tra i partecipanti anche i team inclusivi del programma Sea4All del locale sodalizio …

Beatrice Vio, Biografia di un’atleta col coraggio di lottare

Beatrice Vio è nata a Venezia il 4 Marzo del 1997, schermidrice, campionessa mondiale e paralimpica in carica nel fioretto individuale. Chiamata da tutti “Bebe”, Beatrice Vio è una delle atlete paralimpiche italiane più note ed influenti. Pratica la scherma in carrozzina dall’età di 5 anni e dal 2011 ha vinto tutti i più importanti …

Nuoto Fisdir finale campionato Messina

Va in archivio anche il Campionato regionale di nuoto, sia individuale che di società, firmato Fisdir Sicilia, con la terza e conclusiva tappa svoltasi domenica 2 ottobre scorso alla piscina della Cittadella Universitaria di Messina. Ad aggiudicarsi l’ambito titolo regionale di società è stata l’ASD Delfini Blu di Palermo con un punteggio totale di 6021 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *