Site icon DisabiliNews

Storia di Sammy Basso oltre i limiti della progeria

Sammy Basso oltre i limiti della progeria

Sammy Basso è nato a Schio (VI) il primo dicembre del 1995, è affetto da Progeria, una malattia che porta all’invecchiamento precoce, e fondatore dell’Associazione Italiana Progeria Sammy Basso, nata con l’obiettivo di promuovere la ricerca su questa malattia estremamente rara. Oggi, in tutto il mondo, ci sono circa settanta bambini affetti da questa sindrome, di cui cinque in Italia.

Sammy Basso e la Progeria

Sammy nasce circa tre settimane prima della scadenza fissata per la gravidanza, non presentava nessun sintomo che facesse pensare all’insorgenza della Progeria anche se, purtroppo, già dopo poche settimane sono iniziate le prime manifestazioni.

Essendo la Progeria una malattia rara le prime valutazioni mediche furono quantomeno inesatte, nessun medico seppe riconoscere i segni della sindrome e fino ai due anni di età di Sammy i genitori hanno brancolato nel buio senza sapere esattamente che cosa avesse il loro bambino.

La svolta avvenne grazie ai medici del Dipartimento dei pediatria dell’azienda ospedaliera universitaria di Padova che consigliarono di sottoporre Sammy ad un test genetico grazie al quale si arrivò alla diagnosi definitiva, ovvero il bambino era affetto da Progeria.

Che cos’è la Progeria?

Come abbiamo detto si tratta di una sindrome molto rara, oggi nel mondo sono circa settanta i bambini affetti da Progeria. Questa malattia, conosciuta anche come sindrome di Hutchinson-Gilford, causa l’invecchiamento precoce senza però danneggiare le capacità intellettiva del paziente. La patologia colpisce un bambino ogni 4-8 milioni di nati in tutto il mondo.

Naturalmente la sindrome si manifesta già durante l’infanzia e, purtroppo, nella maggioranza dei casi la morte avviene durante l’adolescenza a causa di ictus, infarto o cardiopatia.
Oggi sfortunatamente non è ancora disponibile una cura contro la Progeria, anche se la ricerca è continua e ci si aspetta che possa portare risultati concreti per combattere questa terribile malattia.

I successi di Sammy, nonostante la Progeria

Sammy Basso è un ragazzo con un carattere incredibilmente forte e determinato che gli ha permesso di non farsi abbattere dalla Progeria. Infatti ha continuato la propria vita inseguendo e realizzando tutti i suoi sogni, diventando fonte d’ispirazione per tantissime persone. Per prima cosa è diplomato conseguendo la maturità scientifica, nel 2015 si è iscritto alla facoltà di fisica dell’università di Padova e l’anno dopo si iscrive alla facoltà di scienze.

Nel 2019 Sammy Basso diventa cavaliere al merito della Repubblica Italiana per merito del suo coraggio e per i l’aiuto nella ricerca contro la Progenia, questo importante riconoscimento gli viene dato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La data che Sammy si porterà sempre nel cuore è quella del 23 marzo 2021, giorno in cui consegue la laurea magistrale in Molecular Biology all’Università di Padova, davanti alla grande emozione dei propri genitori. Si tratta della seconda laurea, la prima risale al 2018 in scienze naturali sempre presso l’Università di Padova con lo straordinario risultato di 110 e lode.

Il viaggio di Sammy

Sammy Basso però nel suo cuore coltivava un grande sogno, quello di partire per l’America e percorrere la leggendaria Route 66 da Chicago a Los Angeles. Anche in questo caso Sammy è riuscito a realizzare il suo desiderio di andare negli Stati Uniti, fu infatti realizzato un documentario dal titolo “Il viaggio di Sammy” che portò sul piccolo schermo la grande avventura del ragazzo in compagnia dei genitori, Laura e Amerigo, e del suo grande amico Riccardo.

Il viaggio di Sammy fece innamorare milioni di spettatori che presero a cuore la storia del ragazzo di Schio, il documentario fu una vera e propria esperienza on the road attraverso paesaggi mitici e luoghi straordinari. Inoltre il viaggio venne documentato dal libro che Sammy scrisse e che prese lo stesso titolo del documentario.

 

Associazione italiana Progeria Sammy Basso

Nel 2005, propria su iniziativa di Sammy, viene fondata l’Associazione italiana Progeria Sammy Basso. Ha un duplice obiettivo, intanto vuole far conoscere la malattia, in quanto se ne parla sempre poco essendo una patologia rara. Inoltre l’Associazione raccoglie fondi per finanziare la ricerca contro la Progeria per riuscire a trovare quanto prima una cura efficace.

L’Associazione in tutti questi anni ha promosso un gran numero di attività tramite manifestazioni, eventi finalizzati alla raccolta fondi e tanto altro.

Una parte della raccolta fondi poi viene destinata all’istituto di genetica molecolare del CNR di Bologna che studia le Laminopatie di cui fa parte anche la Progeria e nel 2009. Proprio da questa collaborazione, nasce il Network italiano Laminopatie dove un gran numero di professionisti collaborano per lo studio e la ricerca di questa patologia.
Infine nel 2012 è stato organizzato il primo incontro europeo, la Italy Progeria reunion, che ha riunito esperti e famiglie con bambini affetti da questa sindrome.

Offerta
Il viaggio di Sammy
21 € -44% 12 €   

 

Sammy è un esempio per tutti noi

La storia di Sammy Basso deve essere di esempio per tutti noi, il ragazzo ha dimostrato come poter gettare il cuore oltre l’ostacolo guardando in faccia la malattia ma andando avanti a rincorrere i propri sogni. Sammy ha superato di gran lunga le aspettative di vita ed è infatti il più longevo al mondo tra i malati di Progeria.

Tutti i medici erano concordi nel pensare che il ragazzo non avrebbe superato i 13 anni, invece oggi è qui e continua la sua battaglia contro la Progeria attraverso la sua fondazione che aiuta la ricerca donando una speranza a tutti quei bambini e quelle famiglie che stanno vivendo questa situazione.

 

 

Puoi trovare interessante leggere altre storie di atleti disabili Alex ZanardiAmbra SabatiniAssunta LegnanteBeatrice VioEsther VergeerFrancesca PorcellatoNicole OrlandoOney TapiaSimone BarlaamVeronica Yoko Plebanioppure storie di personaggi esemplari  Andrea BocelliBenedetta De LucaChadwick BosemanEzio BossoIacopo MelioMadeline StuartManuel BortuzzoMassimiliano SechiMattia CattapanNadia ToffaNicholas James VujicicNiko TremoladaRay Charles Simona AtzoriSofia RighettiStephen William HawkingValentina TomirottiVanni Oddera.

 

Mi piacerebbe tanto leggere un tuo COMMENTO…
Iscriviti alla Newsletter
 a fondo pagina!

Exit mobile version